Incontrarsi al MMAB · Musica · Succede a Montelupo

Maggio: il Sessantotto è in arrivo.

Il 29 maggio il MMAB ospiterà Paolo Pietrangeli e un concerto dedicato al Movimento che scosse il mondo.

Cos’è stato il Sessantotto? Un terremoto sociale o la semplice parentesi tra un prima e un dopo inamovibili? Il Comune di Montelupo, in occasione del cinquantesimo anniversario del movimento che scosse la scena politica e sociale a livello internazionale, ha deciso di organizzare una serie di iniziative per alimentare le riflessioni e il confronto intergenerazionale su questi temi.

In particolare il 29 maggio, dalle ore 17.30, ci sarà al MMAB di piazza Vittorio Veneto l’evento dal titolo “La stessa rabbia, la stessa primavera: le canzoni di protesta, i giovani e il Sessantotto”.

Durante la serata ci saranno tre distinti momenti dedicati a questo anniversario:

  • Il primo consiste nella proiezione delle video interviste ai giovani di ieri e di oggi sui temi che animarono il movimento, dalla questione femminile all’antimilitarismo, dall’accesso ugualitario allo studio ai diritti dei lavoratori, dalla lotta alle disuguaglianze sociali alla partecipazione attiva alle scelte politiche del Paese.

  • Il secondo è l’incontro con Paolo Pietrangeli, padre della canzone di protesta in Italia, da Contessa a Valle Giulia, che ha incrociato grazie anche al padre, regista cinematografico, molti dei protagonisti della vita culturale italiana degli anni Sessanta e Settanta. Un’occasione unica per ascoltare uno dei testimoni del movimento che racconta la sua esperienza di studente militante, di cantautore e poi di regista attraverso gli ultimi cinquant’anni di storia del nostro Paese.

  • Concerto-spettacolo “La stessa rabbia, la stessa primavera: appunti per una rivoluzione” con Chiara Riondino, Francesca Breschi e Francesco Frank Cusumano. Sono 29 tracce che descrivono attraverso gli anni e i confini geografici, cosa successe in quegli anni. Sì, perché il Sessantotto in realtà è un anno lunghissimo, in Italia più che altrove. E allora sentiremo la ruvida, calda e passionale voce di Chiara Riondino affrontare La primavera di Praga di Guccini, regalarci La canzone del Maggio nella versione di De André, ma ascolteremo anche la voce pulita e armoniosa di Francesca Breschi portarci il messaggio di Victor Jara e la sua resistenza fino alla morte al regime di Pinochet, così come ascolteremo i contributi audio originali dell’epoca che segnarono alcuni momenti epocali e indimenticabili, come ad esempio il discorso di Ernesto Che Guevara alle Nazioni Unite l’11 dicembre 1964.

Ingresso libero.

Per chi vuole, al MMAB Caffè alle 20.00 ci sarà una cena a buffet al costo di 3 euro. Per informazioni sull’evento: c.trinci@comune.montelupo-fiorentino.fi.it oppure 0571-917552

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...